LA MAISON FRANCESE IN PASSERELLA SUL LAGO MAGGIORE: GLI OUTFIT PIù BELLI

Ispirata alle sale barocche e alla storia di Palazzo Borromeo, la sfilata Louis Vuitton Cruise 2024 ha lasciato tutti senza fiato. Creazioni scultoree, ricami di conchiglie e squame sono gli elementi chiavi della collezione disegnata da Nicolas Ghesquière, presentata per la prima volta mercoledì 24 maggio all’Isola Bella. Proprio come ha rivelato il direttore creativo della celebre maison francese: “Pensavo a creature che uscivano dall’acqua e che si trasformano prendendo ispirazione dai fiori e dai decor di questa reggia”

Louis Vuitton, la sfilata all’Isola Bella: i look

La nuova collezione Louis Vuitton Cruise 2024 ha preso vita nei meravigliosi giardini botanici di fronte all’anfiteatro Massimo con le imponenti statue del Vismara. Sfondo della sfilata è stata l’Isola Bella, gioiello del Lago Maggiore. Oltre alla suggestiva e paradisiaca location, ad aver lasciato il pubblico senza parole sono stati anche i numerosi look sfoggiati dalle modelle.

I migliori look della sfilata Louis Vuitton Cruise 2024 all’Isola Bella

- Look sportivi ispirati all’attrezzatura da sub

Ad aprire la sfilata Louis Vuitton sono stati una serie di look sportivi ispirati all’attrezzatura da sub. Ogni capo è stato realizzato con tessuti scuba e materiali tecnici che ricordano le mute da sub. Colletti a forma di pinna, giacche in tessuto tecnico e scarpe da trekking.

Il tutto impreziosito da elementi marittimi come la stampa della grande onda di Kanagawa e applicazioni che simulano le gocce d’acqua. Meravigliosi anche i due body in stile muta da sub coordinati abbinati a dei lunghi soprabiti.

In evidenza nella collezione le squame dei pesci nei dettagli lucidi dei pantaloni e nelle maxi paillettes delle gonne. Completano i look delle maschere variopinte sul viso ispirate proprio alle creature marine.

- Il tributo all’Italia nella collezione Louis Vuitton Cruise 2023

Il direttore creativo della maison francese ha deciso di aggiungere dei dettagli particolari per omaggiare l’Italia, paese che ha ospitato il fashion show. Tra i capi della collezione, infatti, troviamo anche maglioni in cashmere e abiti floreali. Ma non è finita qua. Le modelle indossavano anche dei copricapi simili a corone, realizzati personalmente da un atelier romano.

- Gli abiti ispirati alle misteriose creature marine

Finale in grande stile con numerosi abiti lunghi dalle tonalità pastello. Caratterizzati da dettagli drappeggiati, sinuosi tulle, maxi fiocchi, balze, ruche e maniche a sbuffo. Modelli imponenti, dal taglio delicato, che rimandano alle code delle sirene. Misteriose figure mitologiche che il direttore artistico ha deciso di reinterpretare in chiave fiabesca.

Le iconiche sfilate di Louis Vuitton

Un’incredibile collezione che unisce alla perfezione dettagli floreali, elementi marini e dettagli barocchi. Da lasciare senza fiato! D’altronde, Louis Vuitton è noto anche per la scelta delle sue location. Ricordiamo, infatti, i luoghi scelti per presentare le precedenti collezioni: John Lautner’s Bob & Dolores Hope Estate a Palm Springs, Oscar Niemeyer’s Contemporary Art Museum a Niterói, I.M. Pei’s Miho Museum vicino a Kyoto e il Salk Institute in California. Ancora una volta, il marchio francese è riuscito a sorprendere il mondo della moda con le sue iconiche sfilate.

2023-05-26T10:35:11Z dg43tfdfdgfd